Tendenze dell’arredo contemporaneo, lo stile minimal

Ecco una guida pratica allo stile minimal, una tendenza dell’interior design particolarmente attuale.

Noi di Carella Design lo apprezziamo per le opportunità che offre di creare un ambiente domestico sobrio e semplice, in cui la sensazione di ordine sofisticato convive con qualche guizzo di sfrenata libertà e di sperimentazione.

È un’ispirazione che si presta sia per arredare ex novo la casa sia per un restyling in chiave attuale di un ambiente.

Lo stile minimal, o minimalista, è la risposta per chi sceglie di arredare gli ambienti della propria casa utilizzando elementi dal taglio netto e deciso e abbiano un carattere talmente rigoroso, da non lasciare spazio a fraintendimenti circa le sue caratteristiche e le ferme intenzioni.

 

Cosa distingue lo stile minimal?

Elemento predominante dello stile minimal è la qualità, più che la quantità.

I mobili scelti devono essere di alto livello, risaltare all’interno dello spazio in cui vengono collocati e avere linee nette e pulite, assolutamente prive di fronzoli. Sono caratterizzati da forme geometriche ben definite e lineari, essenziali nelle sagome e risultano raffinati ed eleganti.

L’arredo in stile minimal trasmette ad ogni ambiente l’idea del pulito e dell’ordine.

Scegliere attentamente i complementi d’arredo risulta importante quanto la scelta dei materiali, poiché queste valutazioni concorrono a conferire all’ambiente un carattere molto grafico ed essenziale.

Esempio camera da letto minimal

Materiali e colori per un ambiente minimal

I materiali che caratterizzano lo stile minimal sono il vetro, la pietra, la plastica e molti elementi di nuova generazione.

Generalmente tutti gli elementi d’arredo sono realizzati con laccature lucide, con rivestimenti in pelle per le sedute, con vetro e cristallo per i piani d’appoggio, con materiali sintetici per i piani da lavoro e con il metallo per i profili architettonici.

Il colore che predomina in una casa arredata in stile minimal è il bianco, colore raffinato ed elegante che rappresenta la base dell’arredamento minimal.

Altro elemento importante è la disposizione degli arredi, che devono occupare lo spazio in maniera molto discreta e non eccessiva; lo spazio deve risultare libero, facilmente fruibile e sgombro da presenze eccessivamente invadenti.

 

Per chi è adatta una casa in stile minimalista

Lo stile minimal è perfetto per chi vive da solo, ma anche per le famiglie il cui ritmo di vita non consente di dedicare tanto tempo alla cura e all’ordine; la praticità è un must ed è immediatamente leggibile attraverso la scelta e la disposizione di arredi privi di oggetti inutili, in spazi ampi e luminosi.

Ordine estremo, praticità, concretezza, eleganza sobria e amore per il design sono gli elementi che caratterizzano un ambiente arredato in stile minimalista.

Risulta subito evidente che la parte più importante della casa è lo spazio.

E’ importante dare priorità allo spazio abitativo in qualunque caso, ma a maggior ragione nei casi in cui esso ha dimensioni ridotte e risulta necessario poter avere una percezione spaziale che soddisfi chi ne fruisce.

La tua priorità è avere spazi ariosi? La collocazione degli arredi lungo le pareti contribuisce ad ottenere tale risultato.

Inoltre sarà importante eliminare quasi tutti gli accessori e privare arredi e complementi d’arredo di decorazioni. Anche i quadri dovranno essere privi di cornice.

In tal modo lo spazio risulterà libero e quasi totalmente fruibile, gli arredi imporranno la propria presenza grazie all’assenza di oggetti inutili come i soprammobili, pur non ingombrando le superfici con volumi eccessivi e articolati.

 

Lo stile minimal secondo Carella Design

Quali sono quindi le scelte che noi ti proporremo per dare alla tua casa l’aspetto minimal che desideri?

La casa minimalista si veste prevalentemente di luce, alla quale gli spazi liberi consentiranno di muoversi, amplificando la percezione di grandezza dei vari ambienti, liberi da ogni presenza superflua e da qualsiasi decorazione.

Altro fondamentale accorgimento da adottare nel caso in cui il tuo desiderio sia quello di dare alla tua casa una impostazione e una connotazione minimalista, è quello di scegliere pochi colori per valorizzare gli spazi. Neutri e sobri, devono essere privi di tonalità accese; generalmente il bianco – colore elegante e raffinato per eccellenza – il nero e il grigio.

Se ti piace l’idea che il colore faccia da contrasto, ti proporremo di inserire complementi d’arredo come cuscini, tappeti, dal colore vivo come il rosso.

Importanti sono anche le forme degli arredi, che dovranno essere necessariamente geometriche e regolari, semplici ed essenziali; tali forme trasmetteranno sensazioni di purezza e linearità.

Vuoi conoscere quali materiali ti proporremo se sceglierai lo stile minimalista?

I materiali più utilizzati sono quelli legati all’innovazione della produzione industriale: l’acciaio, le lacche, il vetro, il cristallo; materiali sintetici come il Corian, il cemento e le resine.

 

Consigli pratici per arredare in stile minimal senza sbagliare

Se sei una persona pratica, se ami l’ordine estremo, se vivi una vita dinamica e all’insegna della funzionalità e dell’essenzialità, ma non vuoi rinunciare all’eleganza e alla raffinatezza, puoi accostarti allo stile minimal e decidere di dare un’impronta estremamente moderna e chic alla tua casa; i tuoi spazi minimalisti parleranno di te….e la tua soddisfazione sarà una certezza!

Tieni presente due degli aspetti più importanti dello stile minimal: la luce e lo spazio.

La luce domina sullo spazio e lo rende piacevolmente fruibile; lo spazio è vissuto a 360°…privandosi volentieri di tutto ciò che è inutile e rendendo così tutto facilmente gestibile: poche superfici facili da pulire, tutti gli oggetti in posti precisi, nessun eccesso.

Concludendo, riassumiamo i caratteri distintivi dell’arredamento in stile minimalista:

  • Materiali innovativi per rivestimenti, superfici e arredi;
  • Forme lineari, semplici e geometriche, quasi sempre squadrate;
  • Ingombro ridotto al minimo dello spazio;
  • Funzionalità estrema;
  • Assenza quasi totale di decorazioni e soprammobili;
  • Completamento con la presenza di sistemi tecnologici innovativi, moderni elettrodomestici.

Per quanto riguarda i rivestimenti, i materiali adatti allo stile minimalista hanno una comune caratteristica: quella di dare l’idea di omogeneità e continuità, senza interruzioni.

Essi sono:

  • Resine
  • Cemento
  • Intonaco dai colori neutri

Per quanto riguarda gli arredi, la scelta ricade in maggior misura su superfici lucide:

  • Laccati per gli armadi e i comò;
  • Metallo per gli elettrodomestici, le cucine e gli accessori;
  • Vetro e cristallo per tavoli o lavabi da bagno;
  • Pelli o tessuti poco elaborati per gli imbottiti;
  • Materiali come il Corian o il silestone, per le superfici di lavoro, che risultano di forte impatto estetico ed estremamente pratici e resistenti da utilizzare e pulire.

Per completare la trattazione di tutti gli aspetti che caratterizzano lo stile minimalista, un’ultima sottolineatura è necessaria per quel che concerne i colori.

Per quanto possa sembrare semplice e scontato, la scelta dei colori che caratterizzeranno tutti gli ambienti di una casa è un’operazione delicata e da studiare nei dettagli.

Il bianco e il nero prevalgono sicuramente, seguiti subito da un grigio uniformante ed elegantemente discreto.

Altri colori ammessi, in quanto neutri e non di forte impatto, sono le tonalità che vanno dal beige all’ocra al marrone.

I colori accesi, invece, pur essendo contemporanei, non appartengono a questo stile. Unica concessione alla presenza dei colori vivaci riguarda cuscini, tende o elementi strutturali secondari come travi o colonne: in questi casi è possibile utilizzare il rosso, per fare da contrasto al bianco e al nero.

La motivazione che accompagna la scelta di colori neutri e accoglie con moderazione la presenza di colori accesi, è sostanzialmente la volontà che tali colori non debbano distogliere l’attenzione e non impegnino e appesantiscano il pensiero delle persone che scelgono di vivere in una casa minimalista.

I tessuti, però, sono in genere ridotti al minimo nello stile minimal, poiché associati in maggior misura ad uno stile classicheggiante e decorativo.

La filosofia minimalista è un concetto a sé, con indicazioni e regole ben precise, in cui nessun carattere diverso (quindi altri stili, ad eccezione di quello contemporaneo) può interrompere la continuità di cui è caratterizzato nella lettura delle sue componenti.

Nonostante l’esigua presenza di arredi, la filosofia minimalista prevede che siano perfettamente organizzati internamente, così da poter contenere tutto ciò che occorre a chi questi spazi li vive.

Esempio soggiorno minimal

Il consiglio finale di Alessandra e Cristina di Carella Design

Concludendo, se il tuo desiderio è quello di vivere in una casa che risulti facilmente gestibile – ordine e pulito – ma senza rinunciare all’eleganza, noi potremo studiare per te un progetto che risponda alle tue esigenze e alle tue preferenze estetiche.

Il risultato sarà eccellente!

Hai trovato l’articolo interessante e vuoi capire se lo stile minimal è adatto per la tua casa? Contattaci per un preventivo gratuito e per una consulenza personalizzata!

Siamo operative in Puglia e ora, grazie alle consulenze online, in tutta Italia. http://www.carelladesign.it/contatti

 

The following two tabs change content below.

mariacristina

Ultimi post di mariacristina (vedi tutti)